Siamo attratti da quello che ci somiglia

Molte volte ci capita di preferire dei prodotti o trovarci in sintonia con persone senza saperne veramente il motivo. In realtà la motivazione è molto semplice: le persone tendono ad avere pensieri e sentimenti più positivi nei confronti di persone simili a loro o nei prodotti che più rispecchiano la loro personalità.

Una caratteristica fondamentale è proprio il nome. Dale Carnegie nel suo libro infatti diceva che il proprio nome è il suono più dolce che una persona possa sentire. Degli studi hanno infatti dimostrato che il nostro nome può influenzare inconsciamente le nostre scelte future o le nostre preferenze. Il libro “50 segreti della scienza della persuasione” riporta un esempio molto azzeccato: in America sono presenti il doppio dei dentisti (in inglese dentist) con il nome Denis, rispetto a qualsiasi altro nome. Questo perché, grazie alla somiglianza dattilografica e fonetica, le persone con questo nome saranno più propense a svolgere una carriera simile al loro nome. Questo ovviamente può valere per qualsiasi altra cosa (che sia il nostro nome o la nostra data di nascita): partendo dal nostro PIN di sblocco schermo, fino alla città in cui andremo ad abitare. Del resto, chi di noi non farebbe caso al cartello della via con il nostro nome scritto sopra?

Un altro studio ha dimostrato come, in un gruppo di 4 persone con iniziali a due a due uguali, sia molto probabile che si formino le coppie in base alla lettera in comune. Per essere più specifici: ipotizziamo 4 persone di nome: Andrea, Antonio, Francesca e Ferdinando. Ci sono buone probabilità che Francesca e Ferdinando si fidanzino rispetto che Francesca e Antonio, perchè hanno un’iniziale uguale.

Ma come si può applicare al mondo del business?

Se sei il marketer che deve ideare il nome del nuovo prodotto della tua azienda potrebbe esserti utile ricordarti quanto le persone amino sentire il proprio nome.

Perciò, se il prodotto in questione è un prodotto di massa, e che quindi è accessibile a molti, sarà conveniente attribuirgli un nome con un’iniziale comune come la A, non di certo la X. In questo modo, gran parte dei clienti con l’iniziale A nel nome, saranno attirati da questo prodotto. Potrebbe essere conveniente fare una ricerca per implementare le vendite di un determinato settore ponendo l’attenzione sul nome delle persone che acquistano.

Diverso è se il prodotto che stai vendendo è un prodotto destinato ad una persona e personalizzato per questa. In questo caso, per aumentare la Customer Satisfaction sarebbe utile attribuire al proprio prodotto un nome che rispecchi quello del cliente. In questo modo il cliente tenderà ad apprezzare inconsciamente il prodotto.

Quindi ricordate: Nomen omen.

Articolo a cura di Sara Battistella

Questo articolo ti è piaciuto? Visita il nostro blog e scopri tutte le letture che potrebbero interessarti!

Sei passi verso la digital transformation

Non siamo i primi a testimoniarlo: gli eventi recenti e la crisi determinata dalla pandemia mondiale del Coronavirus hanno riportato alcune organizzazioni 50 anni indietro. Alcune realtà si sono trovate impreparate nel gestire un semplice ordine di acquisto o una pratica...

Digital Transformation come mezzo di cambiamento per le aziende

È la sera del 9 marzo e Giuseppe Conte annuncia agli italiani il nuovo decreto che prevederà il lockdown di tutta Italia dal giorno seguente.  Ma cosa succede quando il motore produttivo del Paese si ferma? In che modo le imprese hanno dovuto affrontare questo cambiamento?  Una...

Cosa vuol dire essere nell’Area Audit di JEst?

Audit deriva dal latino e significa “ascolto”. Nell’antica Roma gli auditor erano coloro che controllavano che il denaro pubblico fosse ben amministrato.  Attualmente noi dell’area Audit non abbiamo a che a fare con il denaro, ma allora cosa abbiamo in comune con i nostri...

Cosa bisogna sapere sull’Industria 4.0

Con questo articolo vogliamo raccontare in cosa consiste principalmente l’industria 4.0, su quali concetti si basa e quali miglioramenti si possano ottenere con la sua implementazione. Andremo quindi a definire le basi storiche su cui si fonda la Quarta Rivoluzione Industriale...

L’Intelligenza Artificiale ed i suoi risvolti giuridici

Tecnologia, Intelligenza Artificiale e le vostre responsabilità Può sembrare assurdo ma quanti di voi sarebbero disposti a rinunciare alla tecnologia?  Domandatevelo!  “Rinuncereste agli optional della vostra auto? Al navigatore, ad Apple car, alla base di ricarica wireless?...

L’intelligenza artificiale nelle sfide del nostro tempo

Si sente sempre più spesso parlare di intelligenza artificiale. Viene nominata nei telegiornali, nei talk show e anche i meno tecnologici di noi si sono ormai abituati ad incontrare questi termini nella loro quotidianità. Ma sappiamo davvero di cosa stiamo parlando? Nella...

Internet of Things: benefici e problemi

L'internet degli oggettiL’Internet of Things (IoT, in italiano “Internet delle cose”) nel suo senso più ampio comprende qualsiasi oggetto sia collegato ad internet. Recentemente, però, sta iniziando ad essere associato ad oggetti in grado di comunicare tra loro, collezionando...

Cosa vuol dire essere nell’Area Legal di JEst?

L’area legal è la sezione legale dell’associazione, costituita da un gruppo di studenti motivati e competenti che ne curano ogni aspetto giuridico.  L’attività di JEst ci consente di mettere in pratica lo studio universitario e individuale affrontando gli aspetti più pratici...

ITReview per JEst: un’associazione data-driven con Qlik

Per stare al passo con i tempi, una skill fondamentale è comunicare attraverso i dati. Ma come dare un significato chiaro ad essi?

Noi di JEst ci siamo affidati a ITReview, importante società di consulenza che da oltre 13 anni offre soluzioni avanzate di Business Intelligence, e in particolare ad uno dei suoi fondatori, Andrea De Rossi, che nei prossimi mesi aiuterà la nostra associazione a diventare data-driven.

Per scoprirne di più vai sul nostro blog e leggi l’ultimo articolo

I pro e i contro del multitasking

Il multitaskingIl multitasking è l’arte che pratichiamo per svolgere contemporaneamente più azioni, ed è proprio quella che sto per testare su di voi. Prendete il cellulare e provate a scrivere un messaggio mentre saltellate ruotando su voi stessi. Se ci riuscite, mi...

Business Intelligence: un supporto alle decisioni

Dati, dati e ancora dati Tutti noi ormai usiamo gli smartphone, i computer o i tablet per fare sempre più cose e ci sono sempre più dispositivi “smart”, non a caso quindi si sente spesso parlare di Big Data, Internet of Things (IoT), Artificial Intelligence (AI) e di tutti quei...

Siamo attratti da quello che ci somiglia

Siamo attratti da quello che ci somigliaMolte volte ci capita di preferire dei prodotti o trovarci in sintonia con persone senza saperne veramente il motivo. In realtà la motivazione è molto semplice: le persone tendono ad avere pensieri e sentimenti più positivi nei confronti...

Siamo attratti da quello che ci somiglia

Siamo attratti da quello che ci somigliaMolte volte ci capita di preferire dei prodotti o trovarci in sintonia con persone senza saperne veramente il motivo. In realtà la motivazione è molto semplice: le persone tendono ad avere pensieri e...

I tre step fondamentali per scrivere su Instagram con il metodo AIDA

Instagram con più di 25 milioni di brand attivi al mese e un engagement oltre 10 volte più alto degli altri social network, sta diventando uno dei mezzi più utilizzati e apprezzati per fare marketing online. Basti pensare che sono presenti sulla...

Web Marketing – il marketing rivoluzionato

Che cos'è?Con il termine di "web marketing" intendiamo un insieme di strumenti applicati ad una strategia per far crescere gli obiettivi di business di un'azienda, primo fra tutti la vendita dei propri prodotti e servizi. E’ un sottoinsieme del...